Torna alla pagina precedente

 

          Pagina

 1     2

 

da Offerte: 365 pensieri di maestri buddisti di D. e O. Follmi (ed.L'Ippocampo)

Kalu Rinpoche:

"Non vi è nulla che sia permanente: il sole e la luna sorgono e poi tramontano, alla luce chiara e trasparente fa seguito la notte, buia e opaca. Tutto cambia, di ora in ora."

 

Dilgo Khyentse Rinpoche:

"Non ingombratevi la mente di pensieri inutili. A cosa serve rimuginare sul passato, anticipare il futuro? Dimorate nella semplicità del momento presente."

 

XIV Dalai Lama:

"Ciascuno di noi è l'artefice del suo destino, spetta a noi crearci le cause della felicità. È in gioco la nostra responsabilità e quella di nessun altro."

 

Kalu Rinpoche:

"Dalla possessività nasce la mancanza; dal non-attaccamento, la soddisfazione."

 

XIV Dalai Lama:

"Il tatto è il veicolo attraverso il quale ci confortiamo a vicenda, abbracciandoci e stringendoci la mano."

 

proverbio tibetano:

"Gli uccelli che vivono sulla montagna dorata riflettono il colore dell'oro."

Kalu Rinpoche:

"La mente, nel suo stato abituale, può essere paragonata al cielo oscurato da strati di nubi che nascondono la sua vera natura."

 

XIV Dalai Lama:

"Siamo tutti uguali e membri della stessa famiglia e i problemi del mondo sono diventati affari interni."

 

 

da netcondor.com

Arthur Schopenhauer:

"L'errore nasce sempre dalla tendenza dell'uomo a dedurre la causa della conseguenza."

Gustave Flaubert:

"L'avvenire ci spaventa, il passato ci tormenta, il presente ci sfugge."

Jorge Luis Borges:

"Ho commesso il peggior peccato che si possa commettere: non sono stato felice."

 

William Hazlitt:

"Non ci basta aver ragione: vogliamo poter dimostrare che gli altri hanno assolutamente torto."

 

Robert L. Stevenson:

"Le menzogne più crudeli sono spesso dette in silenzio."

François de La Rochefoucauld:

"Siamo così abituati a travestirci davanti agli altri che alla fine ci travestiamo davanti a noi stessi."

Ambrose Bierce:

"Se desideri che i tuoi sogni divengano realtà, svegliati."

Montaigne:

" Noi siamo svegli quando dormiamo e dormiamo da svegli."

Elbert G. Hubbard:

"Il più grande errore che puoi fare nella vita è quello di avere sempre timore di farne uno."

 

William Blake:

"Vedere il mondo in un grano di sabbia, e un cielo in un fiore selvatico, tenere l'infinito nel palmo della tua mano e l'eternità in un'ora."

 

Oscar Wilde:

"L'uomo è poco se stesso quando parla in prima persona. Dategli una maschera e vi dirà la verità."

 

Claude Lévi-Strauss:

"Il saggio non è l'uomo che fornisce le vere risposte: è quello che pone le vere domande."

Woody Allen:

"La purezza è l'alibi dei peccatori mancati."

Montaigne:

"L'utilità del vivere non è nella durata, ma nell'uso: qualcuno ha vissuto a lungo pur avendo vissuto poco, badateci finché ci siete."

 

Carl Gustav Jung:

"Una menzogna non avrebbe senso se a qualcuno la verità non sembrasse pericolosa."

 

S. Agostino:

"L'amore uccide ciò che siamo stati perché si possa essere ciò che non eravamo."

 

Ecclesiaste:

"Ogni cosa ha il suo tempo."

Oscar Wilde:

"Stupisco sempre me stesso. E' l'unica cosa che rende la vita degna di essere vissuta."

 

Cesare Pavese:

"Non ci si libera di una cosa evitandola, ma soltanto attraversandola."

Catone:

"Educa sempre il tuo spirito e non smettere mai di imparare: la vita senza cultura è un'immagine della morte."

 

Friedrich Nietzsche:

"Chi vuole uccidere il suo nemico, consideri bene se proprio con ciò non lo renda, dentro di sé, eterno."

Arthur Schopenhauer:

"La vita umana non può dirsi, a rigore, né lunga né breve, perché è in fondo la misura con cui valutiamo tutte le altre estensioni nel tempo."

Epicuro:

"La morte, il più terribile dei mali, nulla è per noi, giacché quando ci siamo noi non c'è lei e quando c'è lei non ci siamo noi."

 

John Keats:

"L'unico modo di rafforzare il proprio intelletto sta nel non avere opinioni decise su nulla..."

 

Mahatma Gandhi:

"Prendi un sorriso,
regalalo a chi non l'ha mai avuto.
Prendi un raggio di sole,
fallo volare là dove regna la notte.
Scopri una sorgente,
fa bagnare chi vive nel fango.
Prendi una lacrima,
posala sul volto di chi non ha mai pianto.
Prendi il coraggio,
mettilo nell'animo di chi non sa lottare.
Scopri la vita,
raccontala a chi non sa capirla.
Prendi la speranza,
vivi nella sua luce.
Prendi la bontà,
donala a chi non sa donare.
Scopri l'amore,
fallo conoscere al mondo."

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

da Psicomagia, una terapia panica. Conversazioni con Gilles Farcet, ed.Fetlrinelli

Alejandro Jodorowsky:

"Un haiku giapponese ci ha fornito la chiave:
l'alunno mostra al maestro una poesia che recita così:
Una farfalla:
le strappo le ali
e guarda, un peperoncino!

La risposta del maestro non si fece attendere: "No, no; non è così, permettimi che corregga la tua poesia:
Un peperoncino:
gli metto le ali
e guarda, una farfalla!
.
La lezione è chiara: l'atto poetico deve sempre essere positivo, cercare la costruzione, non la distruzione..."

 

 

 

 

 

 

 

 

 

...I problemi che abbiamo sono solo quelli che desideriamo avere. Siamo legati alle nostre difficoltà...
... Risolvere i nostri problemi implica modificare profondamente la relazione con noi stessi e con tutto il nostro passato.
Date queste premesse chi sarà veramente disposto a cambiare?
La gente desidera smettere di soffrire, è vero, ma non è disposta a pagarne il prezzo, a cambiare, a cessare di definirsi in funzione delle sue adorate sofferenze. ...

 

 

 

 

 

 

....l'accettazione di sè non limita le aspirazioni, al contrario, le nutre. Perchè ogni miglioramento partirà sempre da ciò che si è realmente.

 

...Per la maggior parte del tempo, non abbiamo la minima idea di quello che può essere l'immaginazione, non ci lasciamo toccare dall'ampiezza dei suoi registri. Perchè oltre all'immaginazione intellettuale, esiste l'immaginazione sentimentale, sessuale, corporale, economica, mistica, scientifica... L'immaginazione è presente in tutti i campi, compresi quelli che consideriamo "razionali". È ovunque. Quindi bisogna svilupparla per affrontare la realtà, non partire da una prospettiva unica ma da molteplici angoli visuali.
Il nostro abituale parametro di valutazione è l'angusto paradigma delle nostre credenze e dei nostri condizionamenti. Della realtà misteriosa, vasta e imprevedibile, percepiamo soltanto ciò che filtra attraverso la nostra minuscola lente. L'immaginazione attiva è la chiave di una visione ampia, permette di mettere a fuoco la vita da punti di vista che non sono i nostri, pensare e sentire partendo da prospettive diverse.
Questa è la libertà: essere capaci di uscire da se stessi, attraversare i limiti del piccolo mondo individuale per aprirsi all'universo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DalaiLama:

"Non ottenere ciò che si vuole, a volte, è un magnifico colpo di fortuna."

Mark Twain:

"Ammetti sempre i tuoi errori. Chi ti controlla abbasserà la guardia e così potrai sbagliare di nuovo."

LaoTzu:

"L'intero universo si ferma davanti ad una mente ferma."

saggezza cinese:

"È meglio accendere una candela che maledire l'oscurità."

Confucius:

"Sapere che si sa ciò che si sa e sapere che non si sa ciò che non si sa: ecco la vera intelligenza."

LaoTse:

"Colui che accumula tesori ha molto da perdere."

saggezza cinese:

"Ogni stelo d'erba ha la sua parte di rugiada."

saggezza cinese:

"Non sono coloro che sanno parlare meglio che hanno le cose migliori da dire."

 

Lama Anagarika Govinda:

"Se riproduciamo nell'intelletto esperienze che, a seconda della loro natura, appartengono ad altre dimensioni, facciamo qualcosa di paragonabile all'attività di un pittore che dipinge oggetti o spazi tridimensionali su di una superficie a due dimensioni."

 

preghiera della serenità:

"che io possa avere la serenità per accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio e la forza per cambiare quelle che posso cambiare e la saggezza per conoscere la differenza tra le une e le altre e intravedere le scelte dove pensavo non ce ne fossero."

 

Tempio Nanzen-Ji, Kyoto:

"per acchiappare la luna, basta osservare l'autentica luna"

Sandokai:

"nella luce esiste l'oscurità, nell'oscurità esiste la luce"

 

Il canto dell'immediato satori, ed. SE

Yoka Daishi:

"La mente è la radice,
il dharma la polvere.
Entrambi sono come
i riflessi nello specchio.
Quando si è tolta questa polvere,
allora la luce risplende.
Mente e dharma sono completamente scomparsi,
la nostra natura, allora, è autentica..."

 

 

 

 

 

 

"Dopo la pioggia nascono diecimila montagne,
dopo la pioggia nascono i raggi del sole."

 

"...Una sola parola giusta
è al di là di dieci miliardi di parole."

Hermann Hesse:

"Parlare:ecco la via più sicura per fraintendere, per rendere tutto piatto e insulso."

 
   

     Torna a inizio pagina

   TORNA HOMEPAGE