Torna alla pagina precedente     

 

                                                 TORNA ALLA PAGINA ► 1

 

da 'Il ponte di San Luis Ray'

T.N.Wilder

"...Noi veniamo da un mondo in cui abbiamo conosciuto vette di eccellenza incredibilmente alte e abbiamo ricordi confusi di bellezze che non abbiamo ritrovato mai più; ed è a quel mondo che aspiriamo tornare..."

 

 

Bhudda Shakyamuni

"Non commettete azioni negative;
accumulate soltanto qualità virtuose;
trasformate radicalmente la vostra mente,
questo è l'insegnamento del Bhudda."

 

 

da Sette punti dell'addestramento della mente

Geshe Che-ka-wa

"... Coltivate costantemente la vostra mente, in modo che sia solo gioiosa. ..."

 

da 'Una realtà separata'

Carlos Castaneda

"Prima di tutto devi usare le orecchie per togliere agli occhi una parte del loro fardello. Abbiamo usato gli occhi per giudicare il mondo fino dal giorno della nostra nascita. Agli altri e a noi stessi parliamo di ciò che vediamo. Il guerriero ne è consapevole e ascolta il mondo, ascolta i suoni del mondo. Il mondo è come diciamo a noi stessi che è. Se cessassimo di dire a noi stessi che il mondo è così e così, il mondo cesserebbe di essere così e così. Ora ti spiego di che cosa parliamo a noi stessi. Parliamo del nostro mondo. Di fatto manteniamo il nostro mondo con il nostro discorso interiore. Ogni volta che smettiamo di parlare a noi stessi il mondo è sempre come dovrebbe essere. Noi lo rinnoviamo, lo accendiamo di vita, lo sosteniamo con il nostro discorso interiore. Non solo. Mentre parliamo a noi stessi, scegliamo i nostri sentieri. Perciò ripetiamo continuamente le stesse scelte fino al giorno della nostra morte. Perché continuiamo a ripetere lo stesso discorso interiore fino al giorno della nostra morte."

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

da Faust

Goethe

Mefistofele: "Poichè tutto ciò che nasce, ha un senso che perisca."

G.B.Shaw

Usiamo uno specchio per vedere la nostra faccia, usiamo l'arte per vedere la nostra anima.

 

 

da 'La danza della realtà' edizioni Feltrinelli

Alejandro Jodorowsky

...Non bisogna opporre resistenza nè fuggire dal problema, ma entrare in esso, usarlo come elemento di liberazione.

 

...non si può guarire nessuno, si può soltanto insegnare a guarirsi da soli.

 

...La verità non è in fondo al cammino, ma è la somma delle azioni che si compiono per conquistarla.

 

...Accettare il favore che l'altro, ciò che è altro, può farci, è anch'essa una forma di generosità. Il saper dare deve essere accompagnato dal saper ricevere.

 

 

...Due monaci pregano senza sosta, uno è corrucciato, l'altro sorride.
Il primo domanda: "Com'è possibile che io viva nell'angoscia e tu nella gioia se entrambi preghiamo per lo stesso numero di ore?"
L'altro risponde: "Perchè tu preghi sempre per chiedere e io prego solo per ringraziare."

 

 

 

...La mente è il Buddha.

 

...Quando sboccia un fiore, è primavera in tutto il mondo.

 

...L'esperienza vitale è irreversibile.

 

...Gli oggetti sono ricettacoli di energia, positiva o negativa. Loro non sono nè diabolici nè sacri. E' l'odio o l'amore che riversi su di essi che li trasforma.

 

 

...I valori sublimi dello spirito, una volta che si rivelano, sono irreversibili.

 

...Per dare non è necessario possedere cose materiali.

 

...Detto zen: "Un granello di polvere nell'azzurro del mezzogiorno oscura tutto il cielo."

 

Ejo Takata: "Quando si vuole aggiungere acqua ad un bicchiere che è già pieno, prima occorre svuotarlo. Allo stesso modo una mente ingombra di opinioni e speculazioni non può apprendere. Dobbiamo svuotarla affinchè in essa si crei un'apertura."

 

 

 

...un allievo a Ramakishna: "Se butto una pietra nell'infinito, fin dove arriva?"
L'illuminato aveva risposto: "Arriva nella tua mano."

 

 

Non so dove vado, ma so con chi vado.
Non so dove sono, ma so che sono in me.
Non so che cosa sia Dio, ma Dio sa che cosa sono.
Non so che cosa sia il mondo, ma so che è mio.
Non so quanto valgo, ma so non fare paragoni.
Non so cosa sia l'amore, ma so che godo della sua presenza.
Non posso evitare i colpi, ma so come sopportarli.
Non posso negare la violenza, ma posso negare la crudeltà.
Non posso cambiare il mondo, ma posso cambiare me stesso.
Non so che cosa faccio, ma so che sono fatto da ciò che faccio.
Non so chi sono, ma so che non sono colui che non sa.

 

 

 

 

 

 

 

Rudyard Kipling

Le parole sono, s'intende, la più potente droga usata dal genere umano

Friedrich Nietzsche

Più ci innalziamo e più sembriamo piccoli agli occhi di coloro che non sanno volare

 

Primo Levi

Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre.

 

Ray Bradbury

E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: noi ricordiamo. Ecco dove alla lunga avremo vinto noi. E verrà il giorno in cui saremo in grado di ricordare una tal quantità di cose che potremo costruire la più grande scavatrice meccanica della storia e scavare, in tal modo, la più grande fossa di tutti i tempi, nella quale sotterrare la guerra.

 

 

 

Albert Einstein

Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima.

 

André Gide

L'arte è una collaborazione tra Dio e l'uomo e meno l'uomo fa, meglio è.

Claude Monet

Ho voluto la perfezione e ho rovinato quello che andava bene

Henri
Cartier-Bresson

La fotografia è il riconoscimento simultaneo, in una frazione di secondo, del significato di un evento

Bertolt Brecht

Prima di tutti, vennero a prendere gli zingari e fui contento perché rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perché non ero comunista.
Un giorno vennero a prendermi e non c'era rimasto nessuno a protestare.

    Torna a inizio pagina

TORNA HOMEPAGE